Catania Far-West dell’abusivismo commerciale

COMUNICATO STAMPA

La CIA – Confederazione Italiana Agricoltori di Catania – esprime forte disappunto in merito all’ultimo rimpasto delle deleghe assessoriali al Comune di Catania. “Aver tolto la delega alle attività produttive all’Assessore Cannizzo “ – dichiara Francesco Costanzo, presidente provinciale CIA – “ è il segno della resa all’abusivismo commerciale in città. Più volte avevamo segnalato il danno agli agricoltori, ai commercianti, ai consumatori, alla salute, all’immagine e al decoro della città procurato da centinaia di postazioni abusive e mezzi di ogni genere che invadono strade e marciapiedi con prodotti ortofrutticoli di incerta provenienza e con totale disprezzo dell’igiene. Confidavamo pertanto nell’azione difficile e coraggiosa intrapresa dall’Assessore Cannizzo, affinchè la sua lotta contro l’abusivismo si potesse estendere anche a questo fenomeno fortemente caratterizzante del degrado della città. Il sospetto che la delega alle attività produttive sia stato tolta all’Assessore Cannizzo, perché si era impegnato troppo, affiora inevitabilmente” – conclude Costanzo –  “ mi auguro che le mie considerazioni siano sbagliate e che il rimpasto delle deleghe sia da attribuire ad altri motivi. In tal caso certamente il Sindaco Stancanelli smentisca tale dubbio con i fatti cominciando da domani a liberare la città da un fenomeno che la relega tra le città del terzo mondo e non certo tra le città d’Europa.”